Sanit by Alsco

Un trattamento antimicrobico brevettato

NUOVE IDEE PER NUOVE PRESTAZIONI
Assicurare la qualità igienica degli indumenti, in accordo alle più rigorose norme in materia di controllo della biocontaminazione in lavanderia industriale, può non essere sufficiente nei settori più esigenti dove è necessario uno stretto controllo della contaminazione ambientale (settore sanitario, farmaceutico e alimentare) o una protezione aggiuntiva dell’indossatore da agenti potenzialmente infettivi (settore del pronto intervento e dei servizi ambientali).

L’abito, infatti, può essere un prezioso strumento di protezione dell’ambiente e dell’indossatore ma, in particolari condizioni, può divenire esso stesso una fonte di contaminazione: se dei microrganismi provenienti dalla flora cutanea dell’indossatore o dal contatto con materiale contaminato, migrano sul tessile, si può avere una forte proliferazione con il raggiungimento di elevate concentrazioni microbiche (fino a 10.000.000 di unità microbiche su cm2 in condizioni particolarmente favorevoli).
sala operatoria
In queste condizioni il tessile diventa un’ importante causa di biocontaminazione, in quanto può diffondere i microrganismi per contatto diretto o tramite liberazione nell’ambiente di particelle tessili veicolo di microrganismi, contribuendo, pertanto, alla diffusione delle infezioni o alla alterazione della qualità del prodotto finale.

Alla luce di quanto detto, poter disporre di tessili con proprietà antimicrobiche ad ampio spettro e a rapida azione in grado di impedire la proliferazione microbica, consente di prolungare la qualità igienica degli indumenti o addirittura, se pensiamo ai Dispositivi Medicali sterili da sala operatoria, di prolungarne lo stato di sterilità, con conseguente riduzione della diffusione della biocontaminazione.

sala-operatoria

prod-alimentare-4